Colonia Wolfsburg il vecchio batte il nuovo

Pochi sono gli allenatori stranieri ad aver avuto successo in Bundesliga negli ultimi anni, anche Van Gal dopo la doppietta campionato coppa della stagione 2009-2010 è stato esonerato. La new entry di quest’anno è Solbakken allenatore norveggese che nella scorsa stagione ha ben fatto sulla panchina del F.C. Copenhagen. I metodi di Solbakken sono innovativi per la Bundesliga e probabilmente troppo innovativi per il Colonia la sua nuova squadra che ha perso in casa la prima partita di campionato contro Il Wolfsburg di Felix Magath (si lui quello della finale di Atene) per 0 a 3 . Pare che i centrocampisti del Colonia facciano ancora fatica a capire e assimilare gli schemi di Solbakken, in più l’allenatore ha deciso poco prima dell’inizio di campionato di togliere la fascia di capitano a Podolsky per darla a Geromel, decisione che ha suscitato diverse polemiche, confermando la strana passione dei tedeschi per la fascia da capitano (leggi articolo su Ballack dell’anno scorso) . Io vedo  Skolbakken come prossimo allenatore dell’Amburgo che già aveva mezzo intenzione di prenderlo mesi fa. Lo schema prevede in questo caso che Solbakken venga esonerato dal tradizionalista Finke, manager del Colonia prima della fine dell’anno per poi esser seguito subito dopo da Oenning dell’amburgo esonerato dal Danese Arnesen. Sorprende la sconfitta di 3-0 del Colonia comunque. Il Wolfsburg sembrava  crisi in precampionato e il vecchio Felix è ricorso a metodi drastici prima della partita contro il colonia, ha cambiato il capitano  strigliato per bene la squadra dopo la sconfitta di coppa di Germania (e quindi uscita dalla competizione) di alcuni giorni prima. I vecchi metodi di Magath sono famosi nella Bundesliga, allenamento con la palla medica, molta corsa e ancora corsa sino allo stremo. Si narra di quando nella pre stagione  dell’anno che lo portò a vincere il campionato con il Wolfsburg, nel ritiro in montagna abbia annunciato ai suoi giocatori che la mattina non avrebbero avuto allenamento ma una passeggiata verso una baita in cui avrebbero mangiato del dolce. Alla domanda dei giocatori se dovessero presentarsi con la tuta d’allenamento Magath fece intendere che non era necessaria ma che non si poteva mai sapere e che si va forse meglio venire in tuta ginnica. Solo alla partenza Magath svelò ai giocatori che la baita distava diversi chilometri ed era ad un chilometro di altitudine in più. In più i giocatori avrebbero dovuto percorrere la distanza non a piedi ma correndo. Si dice che i giocatori arrivarono alla baita chi piangendo, chi in barella chi dopo aver avuto conati di vomito.

Comunque sia il risultato parla per ora chiaro, il vecchio batte il nuovo 3 a 0.

Per finire un famoso video di Solbakken la sua litigata con Pepe Guardiola nell champions 2010-2011

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...