Amburgo HSV contro Schalke 04

Non so neanche se l’Amburgo giochi in casa o meno, comunque sia per coloro che volessero cercare una squadra contro cui scommettere quest’anno , la risposta è certamente l’HSV, ve lo dice un suo tifoso.
Credo che lo Schalke vincerà la partita di oggi senza troppi patemi d’animo, non credo che i difensori centrali dell’Amburgo abbiano una chance contro Huntelaar e Draxler. Dando per scontata la vittoria dello Schalke per oggi (pronostico 2-0 ) non credo che lo squadrone sponsorizzato Gazprom possa veramente avere una possibilità di vincere la Bundesliga, al massimo e sarebbe già tanto di riprendersi il quarto posto per la champions. Per quanto riguarda l’Amburgo , la società e lo spompato Van De Vaart puntano ad un posto in Europa, mentre io credo che non retrocedere sarà già un mezzo miracolo.
La stagione scorsa l’Amburgo fini ottavo più per demerito di altre squadre di media classifica com il Wolfsburg, il Mainz e il catastrofale Werder Brema. Non vedo rinforzi nella rosa della squadra anseatica ne un nuovo allenatore e quindi credo che Thorsten Fink continuerà a giocare lo stesso 4231 di sempre con difensori di fascia molto alti che fanno cross dalla tre quarti ad attaccanti inesistenti.
Spero ovviamente di sbagliarmi, ma se avete voglia di scommesse in Bundesliga facili, beh oggi puntate sullo Schalke.

Annunci

Dortmund già in forma demolisce l’Augsburg

Il Dortmund di Klopp sembra già andare a pieni giri, 4 goal rifilati all’Ausburg, squadra destinata sí alla lotta per la retrocessione ma comunque ostica da affrontare.
Tre dei quattro goal gli ha fatti uno dei nuovi acquisti del Borussia Dortmund il velocissimo quanto impronunciabile Pierre-Emerick Aubameyang. Il giocatore oltre ad essere una vera e propria macchina da contropiede velocissimo e buono tecnicamente parla pure italiano, ed infatti le interviste che rilascia alla stampa Tedesca sono tradotte dalla nostra madrelingua.
C’é da chiedersi perché uno cosi non giochi al Milan (a cui apparteneva) e sia stato costantemente dato in prestito negli ultimi anni. Tanto di cappello agli scout del Borussia che pescano sempre giocatori così relativamente a buon prezzo e fenomenali.
Ecco qui il video con i Goal

La Bundesliga é iniziata stagione 2013 2014

Ieri sera venerdì 9 è partita la nuova stagione della Bundesliga, quello che negli ultimi anni sta diventando uno dei migliori campionati di calcio al mondo.
La partita fra il Bayern di Monaco guidato da Pep Guardiola e il Borussia Mönchengladbach guidato dall’ottimo Lucian Favre, allenatore svizzero che meriterebbe forse un club con più possibilità economiche.
Il Bayern di Guardiola ha vinto 3 a 1 ma la partita non è stata a senso unico, vittoria meritata dei bavaresi che hanno uno squadrone in campo ed in panchina ma che devono trovare ancora l’equilibrio perfetto fra i reparti. Il Mönchengladbach dal canto suo sembra già aver trovato la sua fisionomia, squadra compatta ed ostica che forse qualche problemino d’avanti dove ha lasciato qualche chance che sfruttata poteva forse cambiare la fisionomia della partita.
Mi piacciono le squadre come Gladbach che nonostante la chiara inferiorità sulla carta riescono a perdere contro quella che è una delle squadre più forti al mondo senza affondare completamente, correndo e giocando a calcio per novanta minuti. Molta attenzione della stampa tedesca alla prima di Pep, alcuni hanno analizzato addirittura i movimenti e gesti di Guardiola durante i novanta minuti in panchina. Guardiola ce l’aveva sopratutto con Dante, autore tra l’altro di un atogoal che poteva riaprire la partita In effetti i difensori centrali del Monaco devono ancora dimostrare di poter saper aprire il gioco come fa un Hummels (Borussia Dortmund). Comunque sia la squadra di Guardiola ha fatto un ottima partita, non perfetta con molti dettagli su cui lavorare. Il primo goal del monaco, passaggio Ribery bellissimo ed altrettanto ottimo tiro al volo di Robben dimostrano l’incredibile qualità dei vincitori della scorsa stagione. Non mi pronuncio sul doppio rigore dato al Bayern in meno di un minuto ma consiglio di riguardarvi l’incredibile scena, cose così se ne vedono poco spesso, nemmeno nella Bundesliga.

Monaco Gladbach il video

Terza giornata, Bayern demolisce l’Amburgo

Giornata nera per un tifoso dell’Amburgo come me, Il 5-0 finale per il Bayern è comunque risultato che non sorprende. Questa è la terza stagione di Robben nella Bundesliga, se non erro la 5 di Ribbery e l’impatto dei due campioni del Monaco di Baviera nel campionato è sempre pauroso. Se i due giocano e non sono tediati come spesso succede da infortuni il Monaco è in grado di marciare sull’avversario come fatto oggi contro l’Amburgo. Sopratutto Robben è diventato il Messi della lega tedesca, quel giocatore quai immarcabile che determina quasi da solo il risultato. A differenza dell’argentino però Robben è appunto spesso infortunato e con i tripli impegni del Bayern (coppa, coppa campioni, campionato) la cosa ovviamente alla lunga un problema. Per questo nonostante l’aver rafforzato la difesa per con acquisti importanti (Neuer, Boateng, Rafinha) il Bayern è ancora lontano dall’essere il favorito per il titlo. Questo risultato quasi tennistico contro l’Amburgo non fa dimenticare che pochi giorni prima contro lo Zurigo in champion il Bayern aveva vinto ma non straconvinto, troppo prevedibile la manovra della squadra in fase offensiva, tranne appunto quando Ribery e Robben decidevano di fare sul serio. La dipendenza dall’estro dei due giocatori è anche il punto debole del Bayern, dovessero infortunarsi nuovamente è tutto da vedere se il Bayern riescirebbe comunque a collezzionare i tre punti. Il isultato di 5-0 è più che altro un giudizio quasi finale sul l’Amburgo che pur con l’alibi di avere mlti giocatori giocani e nuovi per ora non riesce a mettere in campo una squadra coerente e con un’idea di gioco precisa. Basta pensare che in tre partite le posizioni del centrocampo difensivo (i due mediani) sono state cambiate sempre. Oggi era la volta della coppia Jarolim Werstermann che non ha brillato. Non stupirebbe vedere preso un altro allenatore sulla poltrona dell’Amburgo.

Mönchengladback batte il Wolfsburg

Contro le mie previsione (avevo puntato 0-3) il Borussia Mönchengladback squadra salvatasi per un pelo dalla retrocessione l’anno scorso batte il Wolfsburg con un sorpredente 4 a 1. Il Wolfsburg sembrava aver trovato dopo la sconfitta in coppa una sua continuità con la vittoria nella prima giornata ed una buona prova cotro il Bayern München (1-0 per il Bayern con goal valido annullato al Wolfsburg però). Il Borussia dopo aver battuto lo stesso Bayern alla prima giornata ed aver pareggiato con lo Stoggarda sembrava in fase calante ed afflitta dagli infortuni di alcuni titolari. Il Borussia Mönchengladback si trova ora primo in classifica aspettando le partite di questo pomeriggio con 7 punti (due vinttorie ed un pareggio). Non credo che la squadra di Lucien Favre possa aspirare ai primi posti della classifica ma anche quest’anno la Bundesliga mostra una delle sue caratteristiche degli ultimi tempi, è molto equilibrato il rapporto di forza fra le squadra che dispongono di maggiori risorse finanziarie (Wolfsburg, Bayern e poi seguendo forse Bayer Leverkusen, Hoffenheim, Schalke) e le altre. Questo fa del campionato Tedesco un campionato unico fra l egrandi d’europa dove di solito un gruppo di squadre (Madrid-Barca, Milan-Inter-Roma,United-Arsenal-Chelsea) si contendono da sole il campionato.

Raul va via , no rimane

Tirra è molla su Raul che veniva dato già in partenza per i Blackburn Rovers. Raul sembra da un pò in rotta di collisione con l’allenatore dello Schalke Ralf Rangnick. La sorpresa è che comunque almeno per ora Raul resta e non parte per l’Inghilterra, pare la scelta sia dello stesso giocatore, forse non convinto dell’offerta inglese o forse determinato a rimanere dove è per un’altra stagione nonostante tutto. Raul è sempre un grande campione, e ne ha dato ampiamente prova alla seconda giornaa con questo splendido goal.

Speriamo di vederlo ancora a lungo nella Bundesliga.

Hannover soprende ancora

Per alcuni anni il nome di Mirko Slomka allenatore all’epoca disoccupato veniva fatto ogni qualvolta una panchina si fosse liberata nella Bundesliga. Slomka arriva all’Amburgo si diceva, Slomka arriva a Leverkusen al Colonia ecc. Slomka non arrivava mai e si pensava già che il tecnico fosse ormai finito nel limbo degli allenatori ormai costretti a scendere nela seconda liga o cambiare paese. Invece Slomka venne preso dall’Annover alla fine della stagione 2009-2010 con l’Hannover in serio pericolo di retrocessione. Si parlò di scelta sbagliata in quanto Slomka cominciò cambiando completamente sistema di gioco, processo rischioso a poche giornate dal termine della stagione. L’Hannover in effetti perse alcune delle prime partite ma Slomka riuscì invece a salvare l’Hannover e dargli un nuovo sistema di gioco. L’anno dopo stagione 2010-2011 l’Hannover fu una delle tante sorprese della stagione (Mainz, Dortmund, Freiburg, Norimberga) e lottò sino alla fine per un posto in Champions. Quest’anno molti aspettavano Slomka al varco, la sua squadra non si è rinforzata sul mercato e l’effetto sorpresa non c’è più. Eppure dopo due giornate di Bundesliga l’hannover è li primo a sei punti, due partite e due vittorie. Sarebbe forse il momento per qualcuno dei club che non lo presero all’epoca di rimpiangerlo?

Schalke Colonia 5 a 1

Come si possa andare in vantaggio di un goal per prenderne 5 è uno dei tanti misteri del calcio. La situazione per il nuovo allenatore de colonia, il norveggese Solbakken si fa critica, due giornate un goal fatte e 8 subiti e quindi due sconfitte. Il Colonia rischia di essere il primo club a perdere il proprio allenatore.

Colonia Wolfsburg il vecchio batte il nuovo

Pochi sono gli allenatori stranieri ad aver avuto successo in Bundesliga negli ultimi anni, anche Van Gal dopo la doppietta campionato coppa della stagione 2009-2010 è stato esonerato. La new entry di quest’anno è Solbakken allenatore norveggese che nella scorsa stagione ha ben fatto sulla panchina del F.C. Copenhagen. I metodi di Solbakken sono innovativi per la Bundesliga e probabilmente troppo innovativi per il Colonia la sua nuova squadra che ha perso in casa la prima partita di campionato contro Il Wolfsburg di Felix Magath (si lui quello della finale di Atene) per 0 a 3 . Pare che i centrocampisti del Colonia facciano ancora fatica a capire e assimilare gli schemi di Solbakken, in più l’allenatore ha deciso poco prima dell’inizio di campionato di togliere la fascia di capitano a Podolsky per darla a Geromel, decisione che ha suscitato diverse polemiche, confermando la strana passione dei tedeschi per la fascia da capitano (leggi articolo su Ballack dell’anno scorso) . Io vedo  Skolbakken come prossimo allenatore dell’Amburgo che già aveva mezzo intenzione di prenderlo mesi fa. Lo schema prevede in questo caso che Solbakken venga esonerato dal tradizionalista Finke, manager del Colonia prima della fine dell’anno per poi esser seguito subito dopo da Oenning dell’amburgo esonerato dal Danese Arnesen. Sorprende la sconfitta di 3-0 del Colonia comunque. Il Wolfsburg sembrava  crisi in precampionato e il vecchio Felix è ricorso a metodi drastici prima della partita contro il colonia, ha cambiato il capitano  strigliato per bene la squadra dopo la sconfitta di coppa di Germania (e quindi uscita dalla competizione) di alcuni giorni prima. I vecchi metodi di Magath sono famosi nella Bundesliga, allenamento con la palla medica, molta corsa e ancora corsa sino allo stremo. Si narra di quando nella pre stagione  dell’anno che lo portò a vincere il campionato con il Wolfsburg, nel ritiro in montagna abbia annunciato ai suoi giocatori che la mattina non avrebbero avuto allenamento ma una passeggiata verso una baita in cui avrebbero mangiato del dolce. Alla domanda dei giocatori se dovessero presentarsi con la tuta d’allenamento Magath fece intendere che non era necessaria ma che non si poteva mai sapere e che si va forse meglio venire in tuta ginnica. Solo alla partenza Magath svelò ai giocatori che la baita distava diversi chilometri ed era ad un chilometro di altitudine in più. In più i giocatori avrebbero dovuto percorrere la distanza non a piedi ma correndo. Si dice che i giocatori arrivarono alla baita chi piangendo, chi in barella chi dopo aver avuto conati di vomito.

Comunque sia il risultato parla per ora chiaro, il vecchio batte il nuovo 3 a 0.

Per finire un famoso video di Solbakken la sua litigata con Pepe Guardiola nell champions 2010-2011

Il Borussia da una lezione di calcio all’Amburgo

Finisce 3 a 1 per i campioni uscenti contro una squadra nuova e con molte incognite, risultato che non sorprende nessuno. I segnali di sbandamento dell’Amburgo si erano visti nelle ultime partite di precampionato. Il Borussia ha invece sorpreso per la qualità di gioco più che per il risultato, uno due in velocità, 4-5 passaggi di prima sottoporta, aperture e cambiamenti di fronte geniali e brucianti, colpi di tacco e cross bassi verticali e tesi di esterno.

Pur tifoso dell’Amburgo è stato un piacere vedere il Dortum giocare così bene. Il campionatò dirà se era tutto merito di Klopp e dei suoi o demerito dell’Amburgo. A proposito di Klopp, ma come mai nessuna squadra italiana ha pensato fino ad ora di prendere questo allenatore ?